il Judo per il Judo

carta d'intenti_Il judo per il judoJudo per il Judo oltre le sigle:
la Carta d’intenti

Per dare continuità a un’esperienza che ha radunato centinaia di praticanti e insegnanti, abbiamo preparato una carta d’intenti (clicca qui per scaricarla) che renda chiare finalità e scopi.
La rete che proponiamo fa riferimento a “Indra“, una metafora Buddista presa in prestito per spiegare l’iniziativa di un gruppo di amici Judoka che, pur militando in diversi enti, si riconoscono nei valori espressi dal fondatore del Judo.
Chi può aderire?
Chiunque condivide i postulati espressi nella carta.
Cosa proponiamo?
• Raccogliere esperienze e metterle in rete.
• Incontri: dalla didattica per adulti, bambini, persone con bisogni speciali (psichici, sensoriali e fisici).
• Approfondimenti tecnici per chi vuole cimentarsi nelle competizioni, appuntamenti culturali e convegni.

Nella metafora a cui si fa riferimento, “la rete di Indra”, si descrive l’universo come una rete di perle in cui la luce di una si riflette in tutte le altre, e viceversa si vedono tutte le altre riflesse in essa.

Promotore Giuseppe Piazza con: Alfredo Vismara, Giacomo Ferrari, Luca Sciutto, Alessandro Giorgi, Giuseppe Riselli, Marco Beccari, Cristina Sala, Vincenzo Piserà, Aldo Piatti, Claudio Cortesi, Renato Riva, Simona Borani, Vittorio Serenelli…

Cliccando qui sotto, puoi scaricare la carta d’intenti nella lingua che preferisci:
Carta d’intenti_Il judo per il judo
Carte d’intentions_Le judo pour le judo
Charter of Intents_Judo for Judo


Comments are closed.